Il 77% dei brasiliani, la violenza e la corruzione pregiudica l'istruzione nel paese

La corruzione è, insieme con la violenza, il tema del momento in Brasile. Influenza praticamente tutti gli aspetti della vita del brasiliano. La (mancanza) di istruzione è uno dei fattori che rendono la percezione della violenza aumento. Spero sinceramente che le elezioni di quest'anno può aiutare il Brasile, seguito da un corso migliore.

Due dei principali problemi affrontati da Brasile, la corruzione e la violenza, sono direttamente legati alla bassa qualità dell'istruzione, a parere del 77% della popolazione brasiliana. È quanto rivela un sondaggio condotto dalla Confederazione Nazionale dell'Industria (CNI), in collaborazione con Tutti Per l'Istruzione.

Secondo il bilancio, maggiore è il livello di istruzione degli intervistati, maggiore è la percezione che il rapporto tra istruzione e i livelli di violenza. Persone con almeno una quarta serie completa, per esempio, rappresentano il 71% di coloro che credono nella connessione dei due aspetti. Questo indice sale a 82%) quando la domanda è fatta per quelli che hanno l'istruzione superiore.

Per il coordinatore di progetti di Tutti Per l'Istruzione, Vanessa Souto, questa convinzione dei brasiliani, fare riferimento al fatto che, con un aumento della qualità dell'istruzione scolastica e un maggiore impegno delle istituzioni scolastiche per diminuire lo spazio per la violenza.

“La gente a capire che un'istruzione di qualità offre una maggiore opportunità a questi bambini e giovani. Così, una buona istruzione di qualità per i bambini e i giovani, quando arrivano a scuola con un adeguato apprendimento, realizzare i loro progetti di vita. Questo certamente aiuta a ridurre il problema della violenza, perché più persone sarebbero impiegati, più persone avranno un aumento del reddito,” dice l'esperto.

Il bilancio evidenzia inoltre che sei delle dieci brasiliani d'accordo totalmente o parzialmente, che la corruzione in Brasile nasce dalla mancanza di struttura in materia di istruzione.

Nella valutazione del direttore generale di Senai, Rafael Lucchesi, i brasiliani attributo di questo tipo di connessione per una mancanza di impegno del management e deve lasciare, soprattutto, dei governanti.

“La popolazione ha una chiara percezione che c'è un problema di gestione della scuola. Quindi, il problema non è solo il noleggio. Si tratta, soprattutto, di gestire al meglio le risorse che sono oggi assegnati. Certamente, questo è associato con la percezione di una cattiva amministrazione della scuola e della corruzione che esiste sulla macchina il pubblico brasiliano, che è a livello di dominio,” dice.

Lucchesi, inoltre, in evidenza che, per la popolazione, il miglioramento della qualità dell'istruzione vorresti venire con una migliore gestione della scuola, con l'apprezzamento per l'insegnante, una più attenta con l'apprendimento degli studenti e più attenzione con la conferma di cittadinanza.

Insoddisfazione

Il bilancio comunicati mostra anche che, in quattro anni, l'insoddisfazione per l'istruzione nel paese è aumentato. In relazione alle scuole pubbliche, circa il 26% degli intervistati ritiene che l'insegnamento al livello intermedio come cattivo o molto cattivo. Signor Caio Narcio (PSDB-MG), il titolare del Comitato per l'Istruzione della Camera dei Deputati, ritiene che lo scenario potrebbe essere un altro se gli insegnanti erano più valorizzati.

“Non c'è educazione senza insegnanti motivati. Sono insegnanti che insegnano solitamente, per una vocazione, non un sacco di fatica e dedizione, ma che sono mal pagati”, dice il deputato.

La ricerca fatta da CNI, insieme con Tutti Per l'Istruzione è stata effettuata da Ibope Intelligenza. Gli intervistati sono stati ascoltati tra il 15 e il 20 settembre 2017, in 126 comuni.

Fonte: Agenzia Radio Più

Più

Lascia una risposta

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Imparare i tuoi dati i commenti sono trattati.