La felicità x la felicità

Non c'è felicità!

Gran parte degli amici e di tutti gli amori mai stato d'accordo con questa affermazione. Infatti, la felicità è qualcosa che io non credo nemmeno esista. Quello che abbiamo sono momenti felici, che dobbiamo fare di lunga durata e frequenti.

Ho il sospetto che tutto quello che dicono che sono felici e dubito che qualcuno che dice sempre che è MOLTO felice. Essi sono di solito cercando di coprire un vuoto o affrontare un enorme delusione.

Tutti sembrano perplesso quando mi rispondi che la vita andando. Sembra che tutto va malequando si è in un momento caldoche può cambiare in meno di due minuti. La felicità si può fare un graffio sul suo gatto (animale), o vedere un bel tramonto. A volte si tratta solo di essere circondato da amici, o per allontanarsi da tutto.

Alcuni finiscono convinto i miei argomenti, gli altri sono ignoranti e mantenere le loro convinzioni. Quello che mi stupisce sono quelli che incarnano il pensiero e mai ricordarsi di dare la carta di credito, come se fosse qualcosa fuori all'interno dei loro vorace. In genere, questi sono più felice!

Translated by Yandex.Translate and Global Translator

Più

8 commenti su “la Felicità x Momenti Felici”

  1. Anderson,

    Che bello che ti è piaciuto (almeno una persona che si impegna). Spero che tu vieni a visitare il blog ogni volta.

  2. “La maggior parte del pensiero è basato sulla soddisfazione dei desideri. Quindi una buona parte del pensiero ha alla sua radice una certa insoddisfazione per quello che c'è. Quando andiamo in profondità del sentimento di mancanza in mente, vediamo la profondità dell'insoddisfazione, perché la sensazione di mancanza non può essere riempito: quando noi soddisfare un desiderio, c'è sempre un altro per essere soddisfatti. Mentre stiamo cercando di soddisfare il desiderio, vogliamo sempre di più. Ironia della sorte, quando sentiamo la profondità dell'insoddisfazione della mente segue una grande gioia. Perché, quando vediamo che non oggetto della mente, in sé, può soddisfare noi, cominciamo a dare tutto, perché non c'è nulla degno di attaccamento. Capire che non c'è motivo di aggrapparsi a qualcosa che può offrire duratura soddisfazione ci dimostra che non vi è nessun posto dove andare, che non c'è nulla che può avere nulla che possa essere – e questa è la libertà.”

    estratto dal libro “Una sveglia graduale” Stefano Lavine. (raffigura la meditazione e alcuni buddisti idee). Ho avuto la leggera impressione che questo tratto ha una connessione con il tuo pensiero.

    abbracci.

Lascia una risposta

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Imparare i tuoi dati i commenti sono trattati.